La pulizia del tuo condizionatore d’aria è più semplice di quanto si possa pensare. Seppur semplice, non significa che non sia necessaria poiché è vitale per garantire il corretto funzionamento del dispositivo nel corso del tempo. Quando si parla di pulizia del climatizzatore d’aria, sappiate fin da ora che le parti che vanno pulite dai residui che si sono depositati nel corso del tempo sono più di una.

La pulizia dell’unità esterna

La ventola esterna è una di quelle parti che va pulita con maggiore attenzione. È abbastanza normale che nel corso del tempo la ventola raccolga sporco e residui di ogni sorta che vanno eliminati, è sufficiente smontare la ventola e pulirla anche aiutandosi con una spazzola per prevenire futuri danni.

La pulizia della ventola permette anche di ridurre il rumore che si sente ogni volta che si avvia il dispositivo. Il rumore potrebbe altresì esser causato dalle pale che toccano le pareti perché la parte è allentata. Il valido servizio di manutenzione e assistenza condizionatori a Roma che si occupa di smontare, pulire e poi rimontare, corregge anche questo difetto.

La pulizia dei filtri

I filtri sono un altro componente che ha vitale bisogno di pulizia per diverse motivi. Il tipo di pulizia deve essere scelto in abse al tipo di filtri. Quelli antipolvere vanno semplicemente aspirati e, ove necessario, lavati con sapone neutro. Si rimontano solo una volta completamente asciutti. Invece, quelli a carboni attivi possono essere puliti ma, in realtà, hanno una vita breve e dopo 6 mesi vanno cambiati.

La pulizia dello scarico

Lo scarico che ha il compito di far defluire la condensa che si forma nel condizionatore d’aria, va anch’esso pulito perché può riempirsi di sporcizia. Se non lo fate pulire da un valido servizio di manutenzione e assistenza condizionatori a Roma potrebbe ben presto notare delle goccioline d’acqua che cadono dal dispositivo. È proprio quello che succede in caso di mancata pulizia che va fatta all’incirca una volta l’anno, preferibilmente prima dell’inizio del periodo in cui usate di più l’apparecchio.

Di Grey