Terre del Mincio

 
Affacci dal Garda a Mantova al Po
PEDALARE LUNGO IL MINCIO
Sulle due ruote tutto è portata di mano
share-facebookshare-twittershare-googleplusshare-pinterestshare-linkedinshare-mail
Home » Gli Itinerari » In Bici

 Nel cuore del Parco del Mincio

Sulle due ruote tra arte, natura e opere dell'ingegno umano

In bici         Elevato interesse: storia 
  • Partenza: Piazzale di porta Mulina, parcheggio in fregio linea ferroviaria
  • Difficoltà: Il tragitto di media lunghezza, di facile percorrenza, si snoda per buona parte in sede propria, con tragitti su viabilità ordinaria di tipo extraurbano (statale n° 10) ed urbano
  • Lunghezza: 51 km

Si scende mediante uno scivolo, si prende a sinistra passando sotto il ponte e subito a dx per una passerella sull'acqua in riva la Lago Superiore, e si giunge alla Canottieri Mincio. Si affianca la darsena e al termine di via S. Maria si svolta a sx, attraversato un cancello, mantenendo la dx si costeggiano le abitazioni e per un sentiero vicino ai campi si arriva al cartello di inizio della pista ciclabile Mantova-Peschiera.

Scheda completa dell'itinerario

Dopo averla imboccata si attraversa la strada comunale per Soave per immettersi in una carrareccia sterrata che segue la riva del canale Parcarello. Il percorso ci conduce all'argine del canale artificiale Diversivo del Mincio, saliti sull'argine si segue il percorso asfaltato sino al ponte che passando sull'altra riva ci manda verso Bosco della Fontana, Riserva Naturale Orientata da visitare.
Si riprende il percorso e si segue il canale arrivando prima a Soave e poi continuando sull'argine, Pozzolo. Sorpassato il fiume si scende a sinistra per un sentiero che serpeggia attraverso campi, dopo una curva a dx, alla sx si staglia imponente la sagoma di una quercia secolare. Ripreso il sentiero si arriva a Goito. Attraversato il centro abitato, si attraversa Sacca di Goito.
Si entra così nella Riserva Naturale delle Valli del Mincio, dove il fiume, forma un intrico di canali, tra canneti e prati galleggianti di vegetazione palustre. In questa zona umida trova rifugio e vive un'avifauna numerosa e diversificata.
Arrivati a Rivalta si entra nel borgo vecchio dove in prossimità della chiesa parrocchiale, si scende al porto e al Museo del Consorzio Naturale del Mincio. Ritornati sulla via principale si prosegue a sx sino all'incrocio con la strada provinciale dove sul lato sinistro si prende la ciclabile che conduce a Grazie.
Entrati nell'abitato si svolta a sx per accedere al piazzale del Santuario fatto edificare da Francesco I° Gonzaga come ex-voto; l'interno raccoglie alle pareti una sequenza di statue in cartapesta, legno e cera che testimoniano di grazie ricevute. Si scende in riva al fiume dove è consigliata un'uscita in palude accompagnati dai Barcaioli del Mincio.
Usciti a sx dal piazzale, ci si immette sulla ciclabile per Mantova.

Valli del Mincio
Valli del Mincio
 

Visualizza a schermo intero     Scarica per Google Earth   Scarica in formato GPX

 

Comuni: Mantova (MN) | Regione: Lombardia
 
Approfondimenti
<>
 
Punti di interesse
La necropoli longobarda di Strada Mussolina, anch&...
 
Comuni
Città-isola, cantata e omaggiata da poeti, ...
 
 
Parco del Mincio Regione Lombardia Regione Lombardia
2014 Ente Parco del Mincio
ente capofila progetto "Terre del Mincio dal Garda al Po"

Piazza Porta Giulia, 10 - 46100 Mantova (MN)
Tel 0376/391550
Fax 0376/362657
Email info@parcodelmincio.it
Posta certificata parco.mincio@pec.regione.lombardia.it
Creative Commons License
seguici su

youtubetwitterfbinstagram