Terre del Mincio

 
Affacci dal Garda a Mantova al Po
ARCHEOMINCIO: DAL NEOLITICO AGLI ETRUSCHI
Le Terre del Mincio, un crocevia di culture
share-facebookshare-twittershare-googleplusshare-pinterestshare-linkedinshare-mail
Home » Gli Itinerari » ArcheoMincio

 La confluenza con il Po: Pietole, Bagnolo San Vito, Governolo

Archeomincio - Itinerario n. 4

In bici In auto         Elevato interesse: storia 
  • Partenza: Formigosa
  • Arrivo: Pietole di Virgilio

Nel suo ultimo tratto, il Mincio, ormai prossimo al Po, torna a restringersi, scorrendo imbrigliato da alti argini che addirittura innalzano il fondo del suo alveo a una quota superiore rispetto a quella della campagna circostante.
L'attuale aspetto del territorio, che ha evidentemente perduto i propri caratteri originari, rappresenta tuttavia l'esito di una secolare azione di bonifica che ha reso sicura, abitabile e coltivabile la fertile pianura alluvionale limitrofa al fiume.

Scheda completa dell'itinerario

Pur se trasformato, l'ambiente permane comunque dominato dal paesaggio agricolo e conserva eccellenze naturalistiche, quale a esempio la zona umida di località Chiavica del Moro. Ed è questa anche una terra ricchissima di insediamenti archeologici di tutte le epoche, particolarmente copiosi nel comune di Bagnolo San Vito e nell'ampio comprensorio del comune di Roncoferraro, cui appartiene anche la località di Governolo, dove - usando le parole di Dante - il Mincio "cade in Po". Un ritrovamento in particolare riveste però un'importanza storica fondamentale per il territorio attraversato dal segmento finale del fiume: la città etrusca del Forcello di Bagnolo San Vito.
Ubicato nei pressi della frazione di San Biagio, il Forcello rappresenta non solo il principale abitato etrusco-padano di VI-V sec. a.C. finora conosciuto in Lombardia, ma anche il più settentrionale degli insediamenti dell'area di espansione etrusca a nord del Po in età arcaica.
La città - un vero e proprio emporio commerciale per Etruschi, Greci e popolazioni alpine e transalpine - doveva costituire un fulcro nodale per i traffici provenienti dai porti adriatici di Spina e di Adria e da altri centri dell'Etruria padana, quali Bologna e Marzabotto; proprio il Forcello doveva inoltre fare capo al percorso che conduceva dalla valle del Mincio a Brescia, Bergamo e infine a Como, centro principale delle genti golasecchiane, che detenevano il controllo di alcuni dei più importanti passi alpini e mantenevano i contatti con i Celti d'oltralpe.

L'itinerario: da Formigosa a Pietole
L'Itinerario 4 ha inizio dalla località di Formigosa - posta a poca distanza dal luogo di ritrovamento degli "amanti di Valdaro" - dove si imbocca la suggestiva strada Riviera Mincio, che corre lungo l'argine sinistro del fiume sino a Governolo.
All'incirca a metà del tragitto si incontra la zona umida di interesse comunitario di Chiavica del Moro, sede di un Centro Parco finalizzato all'osservazione naturalistica, dal quale è anche visibile il dosso del Castellazzo della Garolda.
Proseguendo l'itinerario si giunge all'ingresso del borgo di Governolo, si svolta a destra, si attraversano le chiuse e ci si immette su via Po Barna, che in breve raggiunge l'argine sinistro del Po.
Il suggestivo percorso lungo il grande fiume viene abbandonato a San Giacomo Po, dove ci si immette nella nuova ciclabile per Bagnolo San Vito e da Bagnolo si continua poi lungo la ciclabile per Pietole.
Da Bagnolo - dopo aver costeggiato, sulla sinistra appena fuori dal centro abitato, l'area dei ritrovamenti archeologici di Cà Rossina - la pista porta a San Biagio, località dalla quale, con una piccola deviazione, si raggiungono il Parco Archeologico del Forcello e infine Pietole, ritenuta per tradizione il luogo natale di Virgilio, dove l'itinerario si conclude presso il Museo Archeologico Virgiliano situato in Via Parma.

Bagnolo San Vito, Forcello
Bagnolo San Vito, Forcello
 

Visualizza a schermo intero     Scarica per Google Earth   Scarica in formato GPX

 

Comuni: Bagnolo San Vito (MN), Mantova (MN), Roncoferraro (MN), Borgo Virgilio (MN) | Regione: Lombardia
 
Approfondimenti
<>
 
Punti di interesse
Il Parco Archeologico del Forcello è sorto ...
 
Comuni
Città-isola, cantata e omaggiata da poeti, ...
 
Foto
Un archeologo procede al recupero di un reperto ce...
 
 
Parco del Mincio Regione Lombardia Regione Lombardia
2014 Ente Parco del Mincio
ente capofila progetto "Terre del Mincio dal Garda al Po"

Piazza Porta Giulia, 10 - 46100 Mantova (MN)
Tel 0376/391550
Fax 0376/362657
Email info@parcodelmincio.it
Posta certificata parco.mincio@pec.regione.lombardia.it
Creative Commons License
seguici su

youtubetwitterfbinstagram