Terre del Mincio

 
Affacci dal Garda a Mantova al Po
I LUOGHI
I 14 comuni lombardi e i 2 veneti delle Terre, la loro storia e le loro eccellenze
share-facebookshare-twittershare-googleplusshare-pinterestshare-linkedinshare-mail
Home » I Luoghi

Cavriana

Situato su uno dei colli meridionali dell'anfiteatro morenico del Garda, Cavriana è uno dei più antichi insediamenti dell'uomo italico, come testimonia il ritrovamento di reperti archeologici attribuibili al Neolitico. La località Bande, entrata a far parte dei Siti Unesco, ha restituito palafitte dell'Età del Bronzo. Dopo la presenza di popolazioni galliche, il sito viene occupato dai romani ed il ricco materiale recuperato nel corso di diversi scavi è ora raccolto nel Museo Archeologico dell'Alto Mantovano.

Cavriana diventa soggiorno preferito di Ludovico Gonzaga, marchese (poi duca) di Mantova fino al 1478. Nella rocca trovano spazio ambienti di rappresentanza, saloni privati, ampi loggiati e camere dipinte secondo il disegno del Mantegna, oppure uscite dal pennello di Samuele di Tradate. Il palazzo di Cavriana durante l'estate è frequentato anche da Isabella d'Este, moglie di Francesco IV Gonzaga. A Cavriana soggiorna anche Andrea Mantegna, i cui allievi sono impegnati nell'opera di abbellimento delle abitazioni, con dipinti murali in gran parte scomparsi.

Compaiono inoltre nuove colture: i gelsi per l'allevamento del baco da seta, lo zafferano, la ginestra, i mandorli, i fichi, i melograni e le viti; si introduce la pianta del pepe e la canna da zucchero; si diffondono le piantagioni di ulivi, favorite dal clima mite influenzato dai lago di Garda. E' un periodo di splendore per Cavriana, che da modesto borgo di contadini assurge a sede secondaria della Signoria.

Attorno al 1630 inizia però un triste periodo di declino: anche Cavriana viene investita dal furore della guerra ed il suo castello, ritenuto il più ampio dello Stato, viene assalito, occupato e parzialmente demolito. Seguono la carestia e la peste. Nel 1650, il governo gonzaghesco definisce il castello di Cavriana "decaduto".

Nel 1707 cade la signoria dei Gonzaga e l'Austria, nuovo governante, decide, verso la metà del secolo, l'abbattimento della rocca ormai in condizioni fatiscenti. Sulle fondamenta della rocca abbattuta si costruisce la Villa Mirra, pregevole edificio, noto anche storicamente per aver ospitato, durante la seconda guerra d'indipendenza, l'imperatore Francesco Giuseppe e la notte successiva l'imperatore vincente Napoleone III. Al suo interno si trovano oggi il Museo Archeologico dell'Alto Mantovano, il Museo del Vino e un infopoint specializzato nell'accoglienza turistica

Cavriana ha mantenuto l'originaria struttura di borgo fortificato e dominato dall'alto dalla possente rocca. I resti della costruzione sono maestosi e dalla sommità si gode uno splendido panorama sulla campagna e sino al Lago di Garda. Il paese è ancora ricco di testimonianze: vi si accede da una bella porta, che ci immette in una piccola piazza su cui si affacciano due palazzi cinquecenteschi.

  • Da Mantova: 30,8 Km
  • Info: Tel. 0376/811411

Provincia: Mantova
Sito ufficiale: www.comune.cavriana.mn.it

Rocca di Cavriana
Chiesa di S.Rocco a Cavriana
Chiesa S. Carlo a Volta Mantovana
Villa Mirra a Cavriana

 
 

 
 
Approfondimenti
<>
 
Punti di interesse
Il Museo Archeologico dell'Alto Mantovano racc...
 
Itinerari
Da Cavriana (a nord-ovest) fino a Massimbona (in d...
 
 
Parco del Mincio Regione Lombardia Regione Lombardia
2014 Ente Parco del Mincio
ente capofila progetto "Terre del Mincio dal Garda al Po"

Piazza Porta Giulia, 10 - 46100 Mantova (MN)
Tel 0376/391550
Fax 0376/362657
Email info@parcodelmincio.it
Posta certificata parco.mincio@pec.regione.lombardia.it
Creative Commons License
seguici su

youtubetwitterfbinstagram